DISINCANTO

“Testimoniare a sé stessi la propria esistenza”
Mi sveglio se mi rendo conto che sto dormendo, ma se dormo completamente immerso in quella situazione virtuale nulla mi spinge a farlo, a meno che non viva un incubo angosciante e non mi svegli urlando o in un sobbalzo. Ma c’è anche un altro modo che molti di noi conoscono perché è molto diffuso, mentre sono nel sonno e sto sognando nel mio letto, mi rendo conto che sto sognando e allora ovviamente tutto cambia.
Il meccanismo nel cosiddetto stato di veglia è più o meno lo stesso, solo che nel sogno notturno posso gettarmi da una rupe e volare, mentre nel “sonno” diurno se mi butto da una rupe mi uccido e se compio azioni poi ci sono conseguenze.
Dunque, in entrambi i casi, è importante essere cosciente del proprio stato per compiere qualsiasi scelta virtuale in un caso o reale nell’altro.
Quando la notte mi sveglio da un incubo di soprassalto e mi rendo conto di essere al sicuro tiro un sospiro di sollievo.
Quando la stessa cosa accade in quello che chiamiamo “stato di veglia” diurno, spesso non tiriamo un respiro di sollievo poiché tutti i “respingenti” che abbiamo messo in atto durante il vivere consueto per controllare e proteggerci, vengono messi in discussione o appaiono di poca o nulla utilità.
Come ci insegna Platone nel mito della caverna, il disincanto porta l’Uomo a volgere lo sguardo da quelle ombre proiettate sul fondo dell’antro che lui e gli altri intendono come realtà e a cercare il vero oggetto che produce quell’ombra. Oggetto che, per poter proiettare quell’ombra deve esso stesso essere in luce e il primo impatto per quell’Uomo che pur disincantato ha il coraggio di volgere lo sguardo al vero sarà rimanere abbagliato e spaventato.
Per questo, da millenni, gli esseri umani si sono spesso riuniti per potersi aiutare l’un l’altro ad attraversare lo sconforto e la paura iniziale che genera il perdere false sicurezze. Abbiamo così cercato in passato e continuiamo a cercare oggi, per trovare sempre più una luce di libertà e autonomia dalla schiavitù del non poter fare e del tutto subire, del pensiero gregario automatico, dell’essere condizionati senza la capacità di attivare un dialogo interiore critico, di comprendere la differenza tra un’ombra e una persona reale.
Abbiamo scoperto che siamo noi che osserviamo noi stessi, abbiamo imparato ad aiutarci non convincendo gli altri a credere ciecamente a qualsiasi cosa, cadendo così dalla padella alla brace, ma creandoci l’un l’altro possibilità di dialogo e scambio d’informazioni e anche perché no, sostenendoci l’un l’altro nell’entrare davvero nel mondo reale.
Sauro Tronconi


 

Post recenti

 

La vita ha un grande trucco…

La vita ha un grande trucco…

La vita ha un grande trucco, la morte. Tutti noi rimaniamo incantati di fronte alla complessità dell'esistente, alle molteplici e...
Leggi tutto
Perché rischiare?

Perché rischiare?

L’angolo è una situazione protetta, che possiamo in questo caso paragonare a quello che siete riusciti a organizzare nel corso...
Leggi tutto
Il tempo di cui disponiamo

Il tempo di cui disponiamo

Il tempo di cui disponiamo ogni giorno è elastico, le passioni che proviamo lo dilatano, quelle che ispiriamo lo restringono e l'abitudine...
Leggi tutto
Video: Osservare il mondo

Video: Osservare il mondo

«Serve chiarezza per non confondere l'apparenza con ciò che è davvero, con la realtà. Nella nostra vita quotidiana confondiamo spesso...
Leggi tutto
Impariamo ad ascoltarci

Impariamo ad ascoltarci

Abbiamo costruito ciò che siamo ascoltando i racconti che gli altri hanno fatto di noi, abbiamo dimenticato di essere noi...
Leggi tutto
Cogliere il tempo

Cogliere il tempo

Sei smarrito quando cerchi nel domani ciò che hai perduto ieri. Sauro Tronconi   Post recenti
Leggi tutto
Infinito e amore

Infinito e amore

Alle profonde e sconosciute leggi dell'infinito cosmo, possiamo rispondere solo con l'amore. Sauro Tronconi Post recenti      
Leggi tutto
AZIONI CONCRETE PER VIVERE IL FUTURO PROSSIMO

AZIONI CONCRETE PER VIVERE IL FUTURO PROSSIMO

Il mondo sta cambiando, e sta cambiando a un ritmo che i nostri antenati non avrebbero compreso. Ma non facciamoci...
Leggi tutto
VIVERE INTEGRI

VIVERE INTEGRI

L’ego prende energia unicamente dal vedere se stesso attraverso gli occhi degli altri e questo genera in noi un fraintendimento...
Leggi tutto
IL SENSO DELLA VITA

IL SENSO DELLA VITA

Se qualcuno vi chiedesse qual è il senso della vostra vita, sapreste subito cosa rispondere? E cosa rispondereste? Il segreto...
Leggi tutto
In amore vince chi ama

In amore vince chi ama

Vince chi offre amore, non chi chiede amore.L’arte d’amore è facile, serve vedere l’impasto continuo tra noi e gli altri,...
Leggi tutto
Il centro di gravità, l’arte di amare

Il centro di gravità, l’arte di amare

Rimettere al centro della propria esistenza un sano amore per sé stessi e per gli altri. Non esistono soluzioni miracolose...
Leggi tutto
ANTICHE VIE, NUOVE SCOPERTE

ANTICHE VIE, NUOVE SCOPERTE

Oggi ciò che stiamo vivendo in termini evolutivi è potente, veloce e pericoloso. Le nuove scoperte dunque, partono da noi...
Leggi tutto
Presentazione delle nuove attività online

Presentazione delle nuove attività online

Riprendiamo i seminari online vista l’esperienza avuta e la buona riuscita dell’insegnamento, ovviamente riprenderò anche gli incontri in “presenza” che...
Leggi tutto
PENSIERI PER L’ANIMA

PENSIERI PER L’ANIMA

Ciò che ci dà luce Esistono pensieri e parole che curano la nostra anima. Una cura profonda che lenisce dolore...
Leggi tutto
LE STAGIONI DELL’UOMO

LE STAGIONI DELL’UOMO

Ogni stagione della nostra vita può essere ricca di possibilità, ma spesso siamo imprigionati in una sorta di pensiero automatico...
Leggi tutto
Il futuro è un luogo da occupare… senza paura della libertà

Il futuro è un luogo da occupare… senza paura della libertà

Ogni scelta è in qualche misura un azzardo, soprattutto se mi apro al nuovo, se accolgo e considero ogni situazione,...
Leggi tutto
Anime a digiuno

Anime a digiuno

L'anoressia interiore del vivere meccanicamente Anoressia significa "mancanza di appetito", è un termine clinico che ben si può applicare al...
Leggi tutto
Estratto da “La tekka Sufi” 1978

Estratto da “La tekka Sufi” 1978

Ogni ricercatore può accedere solo alla Scuola che corrisponde al suo grado di sviluppo. Occasionalmente può entrare in una Scuole...
Leggi tutto
La sindrome di Frankenstein

La sindrome di Frankenstein

Quando ci accorgiamo di essere tutt’altro che indivisi e unici, ma una sorta di patchwork, un poco di sconforto ci...
Leggi tutto
1 2 3 6