I percorsi di crescita interiore

Attraverso una metodologia attiva che ha come peculiarità un innovativo metodo di insegnamento, il Metodo Self, i percorsi di crescita permettono di acquisire maggiore conoscenza di se stessi e migliore capacità di agire nei propri contesti umani, familiari e professionali. Esempi legati alla vita di tutti i giorni rendono semplice ai partecipanti tradurre i contenuti e le esperienze del percorso in soluzioni concrete.

Bioenergetica
BIOENERGETICA ESPANDE

È un metodo di lavoro pratico che si basa su esercizi fisici e di respirazione per conoscere se stessi e creare armonia, forza e piacere.
Si basa su una visione olistica dell’uomo per cui mente e corpo sono espressione di un’unica sorgente di impulsi, di energia vitale.

Lavorando sul corpo e sul respiro ci si sente più presenti, vivi e vitali. Si sperimentano movimenti che permettono di sciogliere le tensioni accumulate. I pensieri e le emozioni che rimangono inespressi dentro di noi nel tempo si strutturano come corazze muscolari che appesantiscono e limitano la nostra energia di base.
La bioenergetica Espande non è terapia ma piuttosto un percorso di autoconoscenza e di evoluzione personale per vivere meglio nella meraviglia del presente.

Per imparare ad essere radicati, a respirare in modo più completo, a scaricare le tensioni fisiche ed emozionali, a rilassarsi, a ricaricarsi e a gestire serenamente la propria sessualità e dare voce alla propria espressività. Per stare bene con se stessi e trovare la vitalità ed il piacere di sentirsi vivi, svegli e aperti agli altri in modo da godere maggiormente delle opportunità reali della propria vita.

Cambia te stesso e cambierai il mondo

Cambia te stesso e cambierai il mondo

L’Uomo spesso aspetta che il mondo cambi per poter cambiare, spera che cambi la politica, la morale. Spera di diventare ricco e di avere potere. Spera e qualche volta agisce per cercare di cambiare ciò che pensa ingiusto o ciò che vuole a suo vantaggio. E quando pensa di cambiare se stesso, pensa sia sufficiente cambiare i propri comportamenti, oppure pensa di aumentare un poco la sua istruzione. Oppure la tendenza comune è che ci si debba adattare al mondo e alla fine si cede al conformismo, al credere che il pensiero comune in fondo sia quello giusto.

È arrivato il momento di uscire dal fraintendimento, di cambiare angolazione visiva, di partire da sé stessi, di cominciare a vedere il mondo coi propri occhi.

È il momento di essere, vivi e presenti, subito, qui e ora. È il momento di essere solidi e sensibili, di liberarsi dai sensi di colpa e dal conformismo, di darsi la possibilità di essere felici… E il mondo sarà contagiato da questo, sarà come una cascata inarrestabile…

ISTINTO E CONSAPEVOLEZZA

La parte istintuale è ricca e preziosa, non è la bestia da nascondere perché da lì nasce
l’innocenza del corpo e del sentire. È solo la paura che fa nascondere l’istintualità agli uomini, in realtà dobbiamo riprenderci la consapevolezza totale di ciò che siamo ed allora, ad un tratto, emerge la potenza dell’istinto consapevole, a guidarci verso la gioia del vivere. Questo è l’Uomo nuovo, un essere che non ha paura di sentire sino in fondo la sua forza e la sua energia interiore.

ALTRUISMO E FELICITÀ
Altruismo e felicità sono assieme quando l’amore per la vita sboccia dal cuore e non dalla testa. Non c’è alcun bisogno di ragionare o di scegliere, subito si sa quando fare del bene e subito ciò ci rende felici. Quando ci allontaniamo dalla fiducia del cuore e dell’affetto, diventiamo peccatori in cerca di assoluzione. Vogliamo rivendicare la felicità senza motivo, la bontà senza riconoscimento, lo stupore dell’essere vivi.

LIBERTÀ INTERIORE E DIMENSIONE DEL VIVERE
La vita non ha dimensione senza la libertà interiore. Essa è piatta e buia, ripetitiva e senza profondità di suono. La libertà interiore nasce dal potere su se stessi, nasce dalla libertà dai condizionamenti e dalle dipendenze, nasce dalla spiritualità data dal semplice essere in vita. Allora, l’esistere acquista più dimensioni è come se un quadro di Caravaggio cominciasse a muoversi e noi vi potessimo entrare dentro. La dimensione del vivere aumenta il tempo della vita vissuta.

LA VIA DEL FUTURO
La via del futuro è senza dubbio quella della liberazione della coscienza e dell’evoluzione interiore dell’umanità, non vi sono alternative pena l’autodistruzione. La propria via del futuro è legata a questo, poiché la via arriva certamente dal passato ma noi ci muoviamo solo nel presente, ed è in questo presente che seminiamo ciò che raccoglieremo subito dopo…

Il percorso si concluderà con il seminario* tenuto da SAURO TRONCONI:

L’UOMO AL CENTRO DEL SUO MONDO
L’Uomo deve liberare se stesso dall’arroganza e dalla paura egoica e assumersi la responsabilità di se stesso nel mondo in cui vive. Si può vivere una vita differente, non siamo obbligati a seguire la via della paura e dell’identificazioni, non siamo obbligati a tenere incatenata la nostra anima a stupide consuetudini superstiziose. Vogliamo vivere adesso e vogliamo essere nel nostro mondo ora! Non possiamo più rimandare ciò che è …

*(il titolo del seminario può variare a seconda della località)

Carisma e fiducia in se stessi

CARISMA E FIDUCIA IN SE STESSI

Tematiche:

– La vita è reale solo quando io sono: la fiducia in se stessi nella quarta via

– Se mi vedo gli altri mi vedono

– Il corpo che parla

– Voce: il suono oltre le parole

– Lo sguardo che esprime l’essenza

– Interazione tra maschile e femminile

– Il gioco della verità: saper chiedere e saper dare

– Armonia fra pensiero e azione

– La realtà e l’idea di se stessi: costruire su basi solide

L’ultimo incontro del percorso sarà un seminario con SAURO TRONCONI:

PROGETTO DI VITA E REALIZZAZIONE

Questo è un seminario Socratico volto a generare in se stessi fiducia, semplicemente perché si comincia a interrompere la dipendenza dal senso di colpa e di inadeguatezza. In conseguenza a questa presa di coscienza i progetti di vita acquistano una forza importante e si comincia davvero ad andare verso la propria realizzazione.
Progetti di vita e realizzazioni quindi, nati da passione del vivere e forza, conditi da quella fiducia che si può trovare solo stando ad occhi aperti nel mondo

Conosci te stesso

CONOSCI TE STESSO

Conoscere se stessi: il corpo, l’espressione, gli stati emotivi, le capacità reali a volte celate. Scoprire che la vera libertà nasce dalla fiducia in se stessi.
Un approccio alla realtà semplice e completo al tempo stesso, un percorso di conoscenza e scambio che stimola autodeterminazione libertà individuale.

Il percorso è strutturato in 5 o 6 incontri. L’ultimo incontro è tenuto da Sauro Tronconi. I primi sono tenuti da un Istruttore appositamente formato.

I cinque incontri sono:

* Il piacere del corpo
Scoprire movenze ed espressività inusuali per rapportarci in maniera più incisiva col mondo che ci circonda

* Il gusto dell’intelligenza
La mente usata per essere svegli e presenti , in modo da essere protagonisti attivi nel rapporto con gli altri

* Emozioni utili, emozioni inutili
Dalle emozioni possiamo trarre tutte le informazioni che fanno vivere bene il nostro presente, a patto che esse non si ripetano in maniera automatica al di là di una nostra volontà cosciente

* Sessualità e amore
Una sessualità adulta è in relazione con la capacità di sentire e di esprimere ciò che siamo e scoprire veramente cosa è per noi l’amore

* Fiducia in se stessi e soddisfazione
La vera soddisfazione nasce dalla Fiducia reale in se stessi, una fiducia solida al di là del giudizio degli altri

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

LIBERTÀ INDIVIDUALE E AUTOREALIZZAZIONE
Conoscere tutto di noi, trovare le nostre peculiarità uniche e importanti, cambia il rapporto che abbiamo con noi stessi e con il mondo e ci rende liberi. Ci accorgeremo di essere capaci di pensieri e azioni nuovi, che ci permetteranno di agire concretamente verso la nostra realizzazione.

VEDUTE SUL MONDO REALE
“..quando mi svegliai ebbi l’impressione di vedere un altro mondo, eppure apparentemente nulla era cambiato”
Un seminario “non stop” dove vengono alterarti i ritmi e le abitudini che spesso ingabbiano l’essere umano in un sistema di condizionamento e blocco.
Interverremo forzosamente sugli strati di trance automatici; utilizzando tecniche specifiche di sincronia e di sviluppo della consapevolezza, producendo degli effetti potentissimi sul nostro “sonno” dandoci così la possibilità di vedere il mondo reale.
Interrompere alcuni di questi automatismi è come levare un velo dalla nostra consapevolezza, dando la possibilità alla nostra memoria e intuizione fattiva di emergere.

METTI LA TESTA DENTRO IL CUORE
Il sentire con il cuore è divenuto per molti solo retorica espressione di parole vuote e senza senso.
Quello che intendiamo fare in questo lavoro è sfatare alcuni luoghi comuni che ingabbiano in movimenti limitati le possibilità di sentire e di sviluppare un tipo di intelligenza più adatta alla crescita interiore. A volte bastano piccole comprensioni, piccoli microaggiustamenti per cambiare la nostra vita, il nostro modo di vedere ciò che ci circonda, il nostro rapportarci agli altri.
Imparare ad usare il centro emozionale significa sviluppare intelligenza, non falsi sentimentalismi.
Si utilizzeranno metodologie di sviluppo dell’intelligenza emozionale.

UNA VITA VISSUTA PIENAMENTE
Molti cercano disperatamente per tutta la vita la pienezza, la soddisfazione del vivere. Molti si dannano per averla attraverso il riconoscimento e il potere, altri attraverso i loro rapporti affettivi e le loro emozioni. Quale che sia la vostra tendenza, quale che sia ciò che credete sia importante per voi, comunque serve sempre un elemento, indispensabile alla riuscita del progetto, l’essere totali e dare continuità e passione alla propria esistenza.

Creatività e linguaggio cosciente

Creatività e linguaggio cosciente

La comunicazione è lo scambio di pensieri, impressioni, sensazioni, emozioni, tra esseri umani, per mezzo di parole, gesti, scrittura, immagini e suoni. Quando gestualità e parola nascono dalla coscienza sono strumenti potenti, divengono tramite di colui che parla.

Un corso per ritrovare quella comunicazione reale che porta chiarezza di pensiero e di azione. Una comunicazione che torna ad avere come soggetto primario l’uomo, la sua creatività e il suo sviluppo interiore.

Il percorso è strutturato in 7 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

Queste le tematiche degli incontri:

* Il linguaggio del corpo
Il rossore che compare sulle guance, le braccia che si incrociano quasi a difendersi dal contatto diretto, lo sguardo sfuggente o il sorriso, comunicano anche più delle parole ciò che sentiamo davvero.

* Il linguaggio delle emozioni
Le emozione sono una delle maggiori fonti di informazioni di noi stessi. Attraverso la loro espressione possiamo imparare a conoscere veramente ciò che siamo, le nostre abitudini, i nostri istinti, il nostro cuore.

* Parlare con se stessi
Parlare a se stessi significa fare chiarezza di ciò che importante davvero nella vita, chiamando ogni suo aspetto col proprio nome, in modo da dare una direzione reale alla nostra esistenza senza disperderla in mille rivoli.

* Comunicare con gli altri
Esiste ancora la capacità nell’uomo di parlare agli altri con una voce che egli riconosce come propria? Un uomo deve acquisire la capacità di esprimere agli altri ciò che sente davvero, non ciò che ha appreso per imitazione riappropriandosi della coscienza di sé.

* Percezione ed espressione
Se viviamo nel presente sappiamo armonizzare le percezioni che ci arrivano dall’esterno con ciò che esprimiamo verbalmente e no. Questo ci permetterà di dare maggiore incisività alla nostra comunicazione.

* Informazioni e creatività
Appropriarci delle informazioni che ci arrivano dal nostro corpo in relazione all’esterno è possibile solo nel “qui e ora”. E’ il presupposto necessario alla libertà di pensare e di sentire a modo proprio.

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

IL POTERE DELLA PAROLA
La parola, se nasce dalla coscienza è strumento potente, diviene tramite di colui che parla.
Ma la comunicazione fra uomini è anche fatta di cuore, gesti sguardi, che non possono essere divisi dalla parola. Tutto insieme formano quello scambio profondo fra individui che porta chiarezza di pensiero e di azione.

IL SENSO DELLA VITA

Se qualcuno vi chiedesse qual è il senso della vostra vita, sapreste subito cosa rispondere? E cosa rispondereste? Il segreto non è dare la giusta risposta, ma continuare a porsi la domanda.

Un seminario di importanti passaggi sulla ricerca spirituale che hanno caratterizzato l’evoluzione di molti individui di molte religioni e filosofie, ma soprattutto un lavoro di esperienza pratica per mettere al centro della propria vita se stessi, sempre e comunque.

Frammenti di un insegnamento sconosciuto

Frammenti di un insegnamento sconosciuto

Preziosi sono gli insegnamenti che ci arrivano da Gurdjieff, preziosa, soprattutto, quella spiegazione logica e razionale che permette alle persone della nostra epoca, abituate all’uso predominante del centro intellettuale, di capire.
Ma occorre andare oltre, non basta capire bisogna comprendere, per darci quella possibilità di aprire all’unità dell’uomo e sperimentare col corpo e attraverso le emozioni questo suo grande messaggio.

Il corso è articolato in 7 incontri, i primi 6 sono tenuti da Istruttori Espande e l’ultimo è un seminario tenuto da SAURO TRONCONI:

L’UOMO-MACCHINA
La macchina uomo va vista nel suo insieme e nella sua meccanicità. Dalla comprensione dell’automatismo cominciamo a creare spazi di liberazione.

CONOSCERE E USARE LE LEGGI
Conoscere le leggi, significa avere consapevolezza dei limiti e delle potenzialità e non sprecare inutili energie il missioni insensate e illusorie.

STATI DI COSCIENZA
Possiamo delimitare lo stato di coscienza in cui ognuno di noi si trova, ma la consapevolezza di sé ha sfumature molto sottili che non possono essere ingabbiate all’interno di parametri precisi. La coscienza diviene quindi un processo costante.

I TRE CENTRI
Dalla tradizione Sufi e ancor prima dalle tradizioni Vediche. Centro intellettuale, motore-istintivo, emozionale, una divisione utile all’osservazione di sé e a vedere come nell’automatismo i centri si occupino di funzioni che non gli competono generando illusioni e fraintendimenti.

IL RICORDO DI SE’ E LA CAPACITA’ DI AGIRE
La percezione di se stessi in relazione alla propria capacità di agire. La vera comprensione non può essere solo un processo intellettuale, deve diventare parte di ogni nostro aspetto e concretizzarsi nella capacità di scegliere.

LE VARIABILI ASCENDENTI: CAMBIAMENTO E OPPORTUNITA’
Il cambiamento è l’unica vera certezza. Il cambiamento ci pone davanti continue variabili che dirigono il nostro percorso. La vera saggezza consiste nel dirigere le variabili in modo da trasformarle in opportunità.

L’ultimo incontro del percorso sarà un seminario intensivo con SAURO TRONCONI:

VEDUTE SUL MONDO REALE

“..quando mi svegliai ebbi l’impressione di vedere un altro mondo, eppure apparentemente nulla era cambiato”

Un seminario “non stop” dove vengono alterarti i ritmi e le abitudini che spesso ingabbiano l’essere umano in un sistema di condizionamento e blocco.
Interverremo forzosamente sugli strati di trance automatici; utilizzando tecniche specifiche di sincronia e di sviluppo della consapevolezza, producendo degli effetti potentissimi sul nostro “sonno” dandoci così la possibilità di vedere il mondo reale.

Interrompere alcuni di questi automatismi è come levare un velo dalla nostra consapevolezza, dando la possibilità alla nostra memoria e intuizione fattiva di emergere.

Il fascino seduttivo

Il fascino seduttivo

Sedurre significa “condurre a sé”, quindi attrarre. Se è in parte vero che la bellezza è un forte strumento attrattivo, è altrettanto vero che l’attrazione passa molto di più da quell’insieme di parole, suono della voce, postura, sicurezza di sé che possono essere propri solamente di una persona che si conosce e sa usare al meglio tutte le sue capacità.
Un corso per scoprire un vostro mezzo comunicativo ed espressivo che non sia un’imitazione, ma che sia costruito sulle vostre peculiarità. Un modo per essere ascoltati e creare attenzione in chi viene a contatto con voi, non costruendovi una finta personalità, ma imparando a dar valore a ciò che siete.

Il percorso è strutturato in 7-8 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

* Contatto con se stessi e con gli altri
* I messaggi del corpo e della postura
* La voce: timbro, tono e forza
* L’espressione e lo sguardo: la prima via del fascino
* Saper chiedere e dare usando mezzi appropriati
* Uomo e donna, due universi paralleli che possono incontrarsi

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

IL CARISMA DELL’INTELLIGENZA
Colui che sa interfacciarsi con gli altri con intelligenza, tranquillità, senza nascondersi, mantenendo la sua stabilità interiore, viene ascoltato, gli viene prestata attenzione. Chi conosce se stesso, le proprie peculiarità e il suo modo di interagire, ha una bellezza più profonda e duratura di quella fisica.
E’ un’intelligenza che emerge dalle proprie peculiarità, dal riconoscimento e dalla fiducia nelle proprie capacità e modi di vedere il mondo. Essa è frutto della memoria reale e dell’esperienza di ciascuno di noi, che si uniscono in un processo dinamico che ci dà, senza artifizi o falsi riflessi le risposte e le intuizioni. E’ anche, alla stessa stregua, capacità di riflettere e criticare senza scadere in un inutile lamento, è forza reale ed espressa nella realtà.
Quindi non trucchi per dimostrare di essere chissà chi o chissà cosa, solo per nascondere paura e impotenza, usando la maschera dall’ego o l’aggressività, un lavoro di grande attenzione affinché ogni partecipante possa fare le proprie scoperte e comprensioni, e cominci realmente a vedere e praticare la via dell’intelligenza, con utili osservazioni e consigli per osservare ciò che ci accade nella vita quotidiana.

LA VIA REALE ALL’AUTOSTIMA
L’immagine dell’uomo che dà qualsiasi cosa, anche le parti più preziose di se stesso a chiunque, in cambio di visibilità e riconoscimento, è tipica della nostra società. Siamo importanti nella misura in cui siamo importanti agli occhi degli altri.
Ma esiste anche un’altra via: iniziare a stimarci per quello che siamo veramente, alzando la testa senza aver paura di essere come siamo davvero, delle nostre emozioni, del nostro sentire, della nostra unicità.

Il viaggio interiore

IL VIAGGIO INTERIORE

“Nel corso dei tempi moltissimi uomini hanno deciso di intraprendere un percorso interiore e per fare questo hanno intrapreso ardue vie, spesso a senso unico.
L’unica via possibile, che abbia quantomeno un senso nella società contemporanea, quella della ricerca della propria via nel mondo.
Una via che non chieda di cambiare la propria quotidianità o di stravolgere la propria esistenza, ma ne tragga piuttosto linfa vitale per il lavoro di crescita interiore.
(Sauro Tronconi, Al di là del peccato di incoscienza)

Il corso è articolato in diverse tappe, le prime sono tenute da Istruttori Espande e l’ultima è un seminario tenuto da SAURO TRONCONI.

Alcuni tra i temi delle serate:

• Arrendersi al corpo
Più ci spostiamo nel centro intellettuale, più ci distacchiamo dalla realtà. Perdiamo sensibilità, e contatto col mondo. Più perdiamo sensibilità più diventiamo rigidi, perché il corpo è il massimo recettore della sensibilità verso la vita, è il veicolo di trasmissione della vitalità e deve essere elastico e vibrante.

• Intelligenza emozionale
Nella cultura contemporanea l’emozione è considerata quasi alla stregua di una debolezza, una perdita di controllo. In realtà il sentire, e l’emozione, sono la percezione delle situazioni esterne e divengono preziose informazioni: una chiave di lettura unica e personale della realtà che ci circonda e che è in continuo mutamento.

• Alternanza e meditazione
Molto spesso siamo attori inconsapevoli di cattive abitudini che diventano la normalità e producono blocchi inconsapevoli al fluire dell’energia nell’organismo. Gli antichi medici dicevano che gran parte delle malattie è dovuta al ristagno dell’energia: impariamo dunque a lasciar fluire per non essere rigidi e statici, sia fisicamente che mentalmente.

• La voce del corpo
La voce prima di essere parola contiene in se suoni che rivelano il contenuto emotivo, riscoprirne le qualità è sciogliere dall’interno quelle corazze caratteriali che non permettono una libera espressione.

• L’armonia ritrovata
Un uomo è in armonia quando corpo, mente, ed emozioni funzionano in sincronia. Una serata di tecniche sincroniche per far fluire l’energia del corpo senza intoppi.

 

Il Seminario di fine corso con SAURO TRONCONI:

DESTINI INCROCIATI ED ESPERIENZE DI VITA

Un seminario di scoperte e crisi, poiché per vedere a volte è necessario lasciar cadere ciò che vela la vista. Divenire dunque un vedente e non un credente, per smettere di “pensare” di vivere e per cominciare davvero a vivere.Quando osserviamo una ragnatela bagnata di rugiada con il sole che la attraversa godiamo della meraviglia e ci stupiamo della perizia del costruttore; è certo però che se fossimo un insetto che vi rimane imprigionato il nostro punto di vista sarebbe molto diverso. Così la vita di ciascuno è un intreccio mirabile di incontri ed esperienze che si incrocia e si lega a formare disegni imperscrutabili. Ma è pur vero che a secondo del momento e del punto di vista può trasformarsi in una inospitale trappola ove tutto pare condurci ove noi non vogliamo o ci costringe intrappolati nei suoi fili.

Il Tao della Felicità

Il Tao della felicità

Solo chi ha gustato la libertà,
può capire il desiderio di trovare dovunque analogia con essa,
di estenderla a tutto l’universo.
Chi non perviene alla filosofia per questa via,
segue gli altri e fa semplicemente ciò che essi fanno;
senza sentire perché lo fanno.

(F.W.J. Schelling)

Essere o avere, cosa è necessario per essere felici? Potremmo rispondere entrambi, sarebbe stupido demonizzare l’avere, ma altrettanto puerile pensare che basti possedere per essere felici.
La felicità è uno stato di serenità, di appagamento e di soddisfazione che per realizzarsi ha bisogno di un centro, di una essenza propria, di una stabilità nel cambiamento continuo degli eventi.

Vi proponiamo un Tao, un percorso, per trovare la vostra via. Far luce e comprendere cosa vi rende infelici, imparare che è necessario costruirsi una propria casa e starvi bene con se stessi e da qui partire per esplorare l’esterno e iniziare a creare in armonia con ciò che vi circonda.
Un Tao per costruire una potente ancora che vi permetta di esplorare i meravigliosi stimoli che il flusso tempestoso della vita offre, senza essere sbalzati via ad ogni sasso che si incontra per strada.

Il percorso è strutturato in 6 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

Queste le tematiche degli incontri:

* Faccio luce nella mia vita
Dove sono? Cosa mi manca per essere soddisfatto? Cosa ritengo fondamentale per la mia vita? Cosa faccio concretamente per ottenere ciò che è importante? Il primo passo è far luce: comprendere cosa significa per me essere felice.

* Vedo me stesso
Se inizio a fare chiarezza, comincio a vedere anche me stesso. Vedersi significa imparare ad osservarsi senza interventi (giudizio, senso di colpa, inadeguatezza, fallimento o, al contrario, esaltazioni egoiche).

* Cambio la mia esistenza con azioni reali
Posso iniziare a costruire la mia casa e compiere azioni reali, non in base all’ideologia, ma a ciò che sono veramente. Questo mi permette di stare a mio agio con me stesso e sono pronto per relazionarmi con l’esterno.

* Do una direzione alla mia vita
Soddisfazione e piacere. Le soddisfazioni dell’ego e le soddisfazioni interiori. Il piacere e la soddisfazione diventano tutt’uno. Imparo a non imitare la felicità altrui e trovo la mia strada.

* Costruisco la mia stabilità nel cambiamento degli eventi
Agisco per essere felice, imparando ad unire interno ed esterno, le azioni interiori con quelle esteriori. Prendo fiducia. Recupero la mia intuizione per incrementare la mia forza e costruire qualcosa di duraturo.

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

LA STRAORDINARIA STORIA DELLA TUA VITA
Ogni vita contiene in sé elementi unici che ne fanno una incredibile ricchezza, ma molti di noi preferiscono guardare altrove attratti da immagini illusorie di vite vissute da altri.
La vita di ognuno di noi è straordinaria, cominciare a leggerla e a viverla coscientemente ci fa divenire saggi, ci apre alle nostre opportunità. Perché è chiaro che non puoi cogliere le opportunità riservate agli altri, ognuno deve cogliere le sue!

OLTRE I CONFINI DELLA PAURA
La paura genera confini, limiti, blocchi. Genera chiusura, ristrettezza mentale e fisica, incapacità di relazionarsi e percepire il piacere e la pienezza di vita. Superare i confini della paura significa quindi aprire mente e cuore a quelle emozioni che portano a percepire la felicità.

Intelligenza emotiva

Intelligenza emotiva

Quante volte ci è capitato di incontrare persone intelligentissime nello studio o nella loro professione, ma che incontrano grosse difficoltà nella vita familiare o di relazione! Ma allora cosa significa essere intelligenti?
L’intelligenza che presiede i settori decisivi dell’esistenza è una complessa miscela di empatia, intuizione, perspicacia, attenzione a se stessi e agli altri, capacità di agire al momento opportuno, conoscere se stessi e le proprie emozioni.
E’ l’intelligenza emotiva. Un’intelligenza pratica che, calata nella vita di tutti i giorni, ci aiuta ad affrontare e vivere bene un mondo sempre più difficile. Un’intelligenza che spinge alla ricerca dei benefici duraturi piuttosto che al soddisfacimento degli appetiti più immediati.

Il percorso è strutturato in 6-7 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

Queste le tematiche degli incontri:

* Umore ed emozioni negative
Le emozioni sono la fonte primaria delle informazioni utili che nutrono la nostra intelligenza. Esse possono fornirci tutta la conoscenza che ci serve per vivere al meglio, a patto che ne siamo consapevoli.

* Conoscere le proprie emozioni
Quando una giornata che comincia male, spesso ci trasciniamo il cattivo umore fino alla sera, interpretando tutte le cose che ci accadono attraverso le emozioni negative che si ripetono nella nostra testa. Ma esiste un modo per uscirne.

* Ascoltare se stessi
Dare attenzione a se stessi, non significa soddisfare gli appetiti primari, ma riconoscere ciò che per noi è davvero importante e come possiamo ottenerlo.

* Imparare a vedere gli altri
Spesso invece di vedere veramente le persone che ci sono vicine, proiettiamo loro addosso i nostri bisogni e desideri. Occorre che impariamo ad essere silenziosi, mentre ascoltiamo veramente quello che gli altri ci dicono altrimenti resta un dialogo fra sordi.

* L’empatia
L’empatia è la capacità di percepire profondamente lo stato d’animo della persona con la quale entriamo in relazione. Questa capacità è possibile solamente se riusciamo a vivere la vita attimo per attimo. Attraverso l’empatia possiamo dare spessore e vitalità al rapporto con gli altri e con noi stessi.

* L’intuizione
Sviluppare l’intelligenza emotiva significa avere capacità intuitive che facilitano la risoluzione dei problemi che ogni giorno la vita ci pone davanti. Essere coscientemente nel presente innesca un processo virtuoso ove l’intelligenza fiorisce di collegamenti e nuove intuizioni.

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

LA VIA DEL CUORE
L’intelligenza emotiva non può essere disgiunta dalla coscienza di sé, ne è il frutto maturo, che ci può condurre ad una vita migliore, cioè più “vissuta” e serena.
Imparare a condurre con il cuore non significa letteralmente “essere in amore”, ma imparare ad usare una parte importante del nostro essere, una parte che è cresciuta con noi nel corso del processo evolutivo di milioni di anni, una parte fondamentale, se non la più importante ed efficace. Si tratta dunque di condurre la mente con le emozioni e la presenza, per renderla uno strumento più efficace e veloce; non più razionalità che si antepone all’emozione, ma emozione che diviene strategia di un livello di intelligenza molto più alto ed efficiente.

IL POTERE DELLA CONOSCENZA
Ma l’uomo è un costruttore o un distruttore? Il potere di fare può essere usato in entrambi i modi, ciò che ci spinge verso il costruire duraturo è la bellezza e la meraviglia, la capacità delle nostre emozioni di guidare la nostra intelligenza.

NESSUNO AL MIO POSTO
Una presa di responsabilità reale verso se stessi.
Una presa di coscienza salda, per affermare che se ognuno diviene cosciente e responsabile, la vita è nelle sue mani.
La vera intelligenza, il libero arbitrio nascono da questa presa di forza e di responsabilità individuale, uomini e donne che non vogliono delegare il proprio sentire e la propria visione del mondo, vogliono essere nella propria vita.

Io e gli Altri

Io e gli Altri

Percorso di autoconsapevolezza sulle relazioni interpersonali e sui sentimenti

Sei-sette incontri sui rapporti interpersonali, sulla capacità di relazionarsi con gli altri, sull’automatismo che porta al fraintendimento dato da quell’”amore” che altro non è che possesso e uso del potere.
 Incontri diretti e chiari per combattere ipocrisia e sottintesi, illusioni gregarie e conformismo, perché la vera illusione interiore nasce sempre da sé e dal confronto con gli altri.

Il percorso è strutturato in 6-7 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

Queste le tematiche degli incontri:

* Relazioni pericolose
I rapporti d’amore non si confondono con il potere.

* Dell’amore delle Donne
Sensibilità nell’essere.

* Vite in relazione
Consolidare i rapporti affettivi attraverso la presenza.

* La felicità irrisolta
Aspettative e illusioni di chi vuole tutto e non fa nulla per essere

* L’incontro che apre la mente
Il pensiero aperto

* La sapienza non è mai altrove
Vivere felici nel proprio presente.

Il seminario di fine corso con SAURO TRONCONI:

LA QUALITA’ DELLA PUREZZA

Dal silenzio interiore, alla condivisione e all’amore
Molti sostengono che non sia possibile essere in silenzio nel mezzo del rumore della piazza del mercato, sostengono che meditazione significa estraniarsi dal mondo, cercare isolamento e non avere nulla che possa disturbare il tuo stato interiore. Il silenzio interiore non è isolamento, non è solitudine, ma fermare quel chiacchiericcio interiore che ci impedisce di ascoltare gli altri e comunicare attraverso emozione ed empatia. Il vero antidoto alla solitudine è proprio il silenzio, in mezzo alle variabili della vita, in mezzo a piacere e sofferenza, nella totalità della vita: questa è la “qualità della purezza”, una purezza che passa dalla realtà dell’esistere. Solo con questa purezza d’animo che può nascere anche nella condizione più misera, saremo capaci di condividere e amare, un amore che non sia bisogno, ma piacere profondo.

I segreti di Pinocchio: la maschera e l'espressione di sé

La maschera e l’espressione di sé

Attraverso l’uso della voce e dello spazio, dell’espressività corporea e della drammatizzazione, dei giochi di ruolo e del teatro oggettivo, cercheremo di spezzare le abitudini, sciogliere le corazze muscolari e del falso carattere come tentativo di raggiungere le strutture profonde della personalità più intime all’anima, per sentire il piacere di esserci in divenire.

Il corso è strutturato in 7 incontri, dei quali l’ultimo tenuto da Sauro Tronconi. I primi 6 incontri saranno tenuti da Istruttori Espande e avranno i seguenti titoli:

* Dalla bioenergetica al teatro>

I quattro temperamenti, già presenti nel teatro dell’Antica Grecia, diventano in questa prima serata un mezzo di conoscenza di sé in relazione a scelte e azioni nella propria vita. Il teatro applicato alla bioenergetica non ricerca una spiegazione psicanalitica su condizionamenti, tare ereditarie, karma, inconscio, ecc. ma diviene strumento di azione e cambiamento nel qui ed ora, nutrimento e rafforzamento dell’anima.

* I dodici sensi

Comunemente si tende a considerare cinque sensi (vista, udito, tatto, odorato e gusto) perché sono riconducibili ai cinque organi di senso. Tuttavia, partendo da presupposti diversi si può osservare l’organismo uomo come “corpo-coscienza”, e allora potremo stupirci di trovarne altri….

* Movimento ed espressione

Viviamo nel mondo dell’immagine e siamo spesso condizionati da quello che vogliamo mostrare agli altri. Questo ci fa assumere atteggiamenti e posture di cui spesso siamo inconsapevoli.
Avere coscienza della propria espressività rende capaci di agire in maniera appropriata e senza provocare inutili sperperi di energia e azioni che si ripercuotono negativamente su di noi. Conoscere le sfaccettature della propria espressività porta ad un profondo equilibrio interiore.

* La voce nel corpo

La voce prima di essere parola contiene in sé suoni che rivelano il contenuto emotivo, riscoprirne le qualità è sciogliere dall’interno quelle corazze caratteriali che non permettono una libera espressione.
La voce diventa strumento di comunicazione reale che mette in luce noi stessi in rapporto a ciò che ci circonda e dona spazi di condivisione con gli altri.

* Maschere e personaggi

Cosa accade quando il tessuto sociale nel quale siamo immersi ci richiede continuamente di ricoprire uno o più ruoli specifici e apprezzati collettivamente? Che qualità di rapporti ci possono essere tra le persone se chi recita il proprio personaggio finisce con l’identificarsi con la maschera che indossa?
Vedere significa mettere in luce la realtà interiore in relazione alla vita, svelare le maschere, riconoscere le peculiarità e potenzialità di ognuno di noi. Vedere vuol dire smascherare il fatalismo che vuole un destino già scritto svilendo la capacità di scelta, come se la volontà non avesse nessun potere nella causalità della propria esistenza.

* Il Teatro oggettivo

“Io considero il mondo per quello che è. Un palcoscenico dove ognuno deve recitare la sua parte” (W. Shakaspeare)

Nello “spazio teatro” si indossano le maschere, si gioca con l’espressività, è un luogo per certi versi magico, da cui possono emergere ed enfatizzarsi impronte caratteriali profonde che altrimenti rimarrebbero celate dalla nostra personalità frontale. E’ un luogo delicato e al tempo stesso giocoso e divertente dove, attraverso l’arte della presenza, comprenderemo come sia possibile immergerci totalmente in un ruolo senza perdere la percezione del nostro sé più intimo e profondo.

L’ultimo incontro, a conclusione del corso:

IL CUORE DIETRO LA MASCHERA
condotto da SAURO TRONCONI

Smascheriamoci per trovare il cuore, non per nascondere ciò che siamo.
Ma si può essere se stessi anche indossando la maschera a patto di sapere di portarla ed avere il coraggio di non rivoltare quella maschera verso l’interno identificandoci completamente con essa.

L'antica saggezza dei Chakra

L’antica saggezza dei Chakra

I centri di energia nel corpo umano sono individuati secondo l’antica dottrina indiana dei Tantra nei “Chakra”: queste “ruote” o “vortici” di energia rappresentano punti del corpo in cui viene elaborata, accumulata, e trasmessa l’energia del corpo influendo sugli stati psicofisici dell’individuo.

Il percorso è strutturato in 8 incontri. L’ultimo è tenuto da Sauro Tronconi, i primi sono tenuti da un Istruttore Espande.

Questi i titoli degli incontri:

* Muladhara Chakra
Chakra della radice, è individuato nel plesso pelvico alla base della spina dorsale. Da un punto di vista psichico agisce sulla forza, sulla sicurezza e sull’energia di base.

* Svashistana Chakra
Situato nel ventre, appena sotto l’ombelico, è sede degli istinti, delle emozioni, dei sentimenti e della sessualità.

* Manipura Chakra
Si trova nel plesso solare e rappresenta il “centro di gravità del corpo”. È la sede della volontà, della forza, del potere, della consapevolezza e dell’autostima.

* Anahata Chakra
Zona compresa nel plesso polmonare e cardiaco. È la sede dell’amore incondizionato verso se stessi e gli altri.

* Vishuddha Chakra
Agisce sulla gola e sulla tiroide. È sede della comunicazione e dell’espressione verbale, unisce il pensiero al sentimento.

* * Ajna Chakra
Plesso del midollo, situato nella zona centrale della fronte. Influisce sul pensiero intuitivo e sulla capacità di percezione.

* Sahasrara Chakra
Chakra della corona o “loto dai mille petali”, racchiude in sé l’accrescimento di ogni facoltà umana.

 

I seminari di fine corso con SAURO TRONCONI:

LEGGI E SEGRETI DEI CHAKRA
Questo particolare seminario sarà un percorso di stimolazioni attive, che hanno come obbiettivo immediato il condurvi a sentire fattivamente l’interazione di questi punti. Lavoreremo sulla comprensione di come, nel sistema psicofisico dell’uomo, l’unione delle facoltà di ogni singolo centro di energia produca sviluppi armonici nella pratica della vita quotidiana.

I MISTERI DELLE ANTICHE SCUOLE
In questo seminario parleremo e sperimenteremo alcune di queste metodologie, non certo per riesumare intellettualmente astruse filosofie, ma per portare pensieri e azioni nuovi in questo nostro tempo.

Liberi di essere

LIBERI DI ESSERE

Un percorso di alleggerimento dai processi egoici, che tanta sofferenza danno a coloro che vi si identificano completamente, per ritrovare il piacere e la serenità del vivere che, al di là dei problemi quotidiani, è alla portata di ciascuno di noi.

• VIVERE DIGNITOSAMENTE CIÒ CHE SIAMO
Non si combatte ciò che siamo, si parte dal vedere ed accettare la propria condizione per poi migliorarla, smettendo di mentire a se stessi

• L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
Riconoscere il potere della propria personalità e di come ritrovando il proprio sé profondo tale potere possa essere volto alla realizzazione

• PERDERE LA TESTA PER RITROVARE IL CUORE
I processi identificativi dell’ego sono connaturati all’esagerata preponderanza del centro intellettuale rispetto a quello emozionale, armonizzarli significa trovare subito serenità di
visione

• IL SENSO DELLA VITA È VIVERE
Imparare a vivere è un processo che richiede tutta la vita, ma intanto cerchiamo di non rimandare ciò che è alla nostra portata

• C’È POSTO ANCHE PER ME
Riflessioni sul senso della propria vita

Il percorso si concluderà con il seminario*:

L’INEFFABILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE
con SAURO TRONCONI

“L’ineffabile leggerezza dell’essere è l’esperienza del sé, è la consapevolezza che matura in noi rendendoci sempre più partecipi alla vita attraverso la nostra sensibilità emozionale, attraverso un’intelligenza che si sviluppa continuamente nel vivere le nostre esperienze. Leggerezza, a far comprendere che la vita va vissuta in modo fluido, leggerezza che non significa certo incapacità di assumersi responsabilità o di sviluppare progetti, ma di vivere con gioia la propria esistenza.
L’esperienza del Sè non è automatica, essa va riconosciuta, va alimentata e coccolata. Scopriremo un modo diverso di affrontare i problemi ed i bisogni. Qualcuno penserà, allora non soffrirò più? No, non è questo, ma c’è modo e modo di soffrire, sino ad arrivare a trasformare in se stessi ogni tipo di esperienza anche quelle più negative.
Ritrovare l’ineffabile leggerezza dell’essere è un bene prezioso che ci apre ad un modo pieno e intenso del vivere.”

*(il titolo del seminario può variare a seconda della località)

L'ineffabile leggerezza dell'essere

L’INEFFABILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE

Il fatto che l’io sia assimilato al Sé va considerato una catastrofe psichica
Carl Gustav Jung

L’io è composto dalla personalità frontale, dall’ego ed è l’interfaccia che ci pone in relazione con il mondo e con la percezione del mondo. E’ costruito sul processo di individuazione e personalità dall’individuo che così si distingue dal resto. Il sé è anch’esso in relazione con il mondo e i suoi fenomeni, ma è ciò che contiene l’io ed è l’essenza dell’individuo; viene definito dalle tradizioni orientali il testimone, l’osservatore; questo significa che non basta essere coscienti di se stessi è anche necessario essere coscienti di esserlo. L’equilibrio tra l’io ed il sé ci permette di non cadere nella pesantezza del vivere senza orizzonti ampi, senza quel continuo alimentare il senso della vita che è al fine la vita stessa vissuta consciamente.
Il percorso Self intitolato “L’ineffabile leggerezza dell’essere” propone un percorso di alleggerimento dai processi egoici, che tanta sofferenza danno a coloro che vi si identificano completamente, per ritrovare il piacere e la serenità del vivere che, al di là dei problemi quotidiani, è alla portata di ciascuno di noi.

Tematiche:

VIVERE DIGNITOSAMENTE CIÒ CHE SIAMO
Non si combatte ciò che siamo, si parte dal vedere ed accettare la propria condizione per poi migliorarla, smettendo di mentire a se stessi

Prima serata del corso “L’ineffabile leggerezza dell’essere”. Ed è nella direzione dell’alleggerire che va anche questa serata. Alleggerire la pesantezza del dover evolvere a tutti i costi, del dover migliorare, del dover essere per forza consapevoli e svegli, una sorta di ritorno della morale coercitiva del senso di colpa. Dovremo invece riscoprire la gioia del vedere se stessi, l’accettazione di ciò che vediamo. Una delle indicazioni fondanti del lavoro su di sé è quella di non mentire a se stessi, questa condizione si raggiunge attraverso l’unione di emozione e intelligenza, unione che ha come risultato leggerezza e disincanto. In fin dei conti, per vivere dignitosamente non servono molte cose, serve semplicemente essere ciò che si è invece che una fotocopia riciclata di qualcun altro.

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
Riconoscere il potere della propria personalità e di come ritrovando il proprio sé profondo tale potere possa essere volto alla realizzazione

Seconda serata del percorso “L’ineffabile leggerezza dell’essere“. In questa serata toccheremo una nota dolente, il rapporto tra ego, personalità frontale e condizionamenti. Normalmente si addossano all’ego molte colpe, come se fosse un problema da eliminare o da sublimare, in realtà l’ego di per sé non è un problema in quanto è uno strumento indispensabile al nostro rapporto con il mondo e con gli altri. Dovremo quindi alleggerire questa identificazione con la nostra personalità frontale ritrovando il collegamento con il nostro sé profondo, con la nostra spiritualità e con la luce della consapevolezza. In questo modo toglieremo peso ai processi di identificazione con la nostra personalità frontale e non entreremo in conflitto con noi stessi. Ci renderemo conto facilmente, che una volta ristabilito questo collegamento, la nostra personalità comincerà a lavorare in accordo con noi, sviluppando forze sino ad allora nascoste.

PERDERE LA TESTA PER RITROVARE IL CUORE 
I processi identificativi dell’ego sono connaturati all’esagerata preponderanza del centro intellettuale rispetto a quello emozionale, armonizzarli significa trovare subito serenità di visione

Terza serata del percorso. Siamo animali culturali e quindi profondamente influenzati dal tempo in cui viviamo. Questa epoca è fortemente legata al centro intellettuale, quindi dovremmo essere contenti che finalmente l’intelligenza vinca sull’ignoranza! Ma purtroppo non è ciò che accade, poiché la predominanza del centro intellettuale non significa necessariamente un aumento dell’intelligenza, può invece significare una perdita della capacità di leggere il mondo, di distinguere attraverso le emozioni il bene dal male. Può significare una sorta di rigidità che impedisce lo sviluppo della vera intelligenza. La vera intelligenza, è ciò che si sviluppa durante il percorso della vita umana trovando sempre nuove strade all’espressione profonda di quelle qualità interiori che rendono la vita degna di essere vissuta. Una serata di raccoglimento al sentire e all’emozione, per scoprire cosa significa davvero “intelligenza”.

IL SENSO DELLA VITA È VIVERE 
Imparare a vivere è un processo che richiede tutta la vita, ma intanto cerchiamo di non rimandare ciò che è alla nostra portata

Quarta serata del percorso. Quando smettiamo di crescere, fermando la nostra curiosità, quando limitiamo le nostre esperienze a ciò che già sappiamo e che tratteniamo come immobile, quando la vita è ripetizione del giorno prima e ricerca solo del controllo, allora siamo “morti” anche se continuiamo ad avere una sorta di vita apparente. Sembra un’affermazione scontata dire che il senso della vita è vivere, ma fermiamoci un attimo a riflettere sulla profondità di questa frase. Fermiamoci a rendere grazia all’essere in vita, a non bestemmiare sull’opportunità che ci è data nel poter vivere. Taluni maledicono la loro vita, lo fanno per lo più inconsapevolmente trascinandosi in vite affamate di ogni cosa, prese dal parossismo e dalla tossicomania del desiderare in modo seriale e compulsivo, nell’ansia di perdere ciò che la vita offre a chi pare più fortunato di noi. Fermiamoci quindi ad ascoltare questa nostra vita, a sentirne il significato, diverso per ogni vivente, e non sprechiamo la meraviglia, poiché ogni cosa è alla nostra portata.

C’È POSTO ANCHE PER ME
Riflessioni sul senso della propria vita

Quinta serata del percorso. Facciamo spesso voli pindarici, e con la globalizzazione ci pare che il mondo sia diventato minuscolo e tutto alla nostra portata, fintanto che anche le galassie ci sembrano vicine. Ebbene, tutto questo non è vero! E’ solo una falsa impressione, un mito che si genera in questi tempi, poiché la realtà è che le distanze sono ancora le stesse e che ognuno di noi, “realmente” vive in prossimità di pochi altri e di limitati spazi. Molti presi da questa strana perdita di percezione dello spazio e del tempo non si rendono conto delle enormi distanze che ci sono fuori dal nostro pianeta ed anche nella nostra Terra, così fragile e delicata sotto l’impatto di miliardi di esseri umani. Lo spazio circostante è ancora oltre la nostra esperienza diretta. Quindi riprendiamoci lo spazio giusto, di territorio e di relazioni, di interiorità ed emozioni, per dare modo alla nostra intelligenza di spaziare davvero oltre i confini del percepito. Scopriremo un’ apparente banalità: che c’è posto per ognuno di noi e che nessuno può vivere al nostro posto.

L’INEFFABILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE
L’esperienza del sé ci libera da inutili fardelli e ci fa sentire bene

L’ineffabile leggerezza dell’essere è l’esperienza del sé, è la consapevolezza che matura in noi rendendoci sempre più partecipi alla vita attraverso la nostra sensibilità emozionale, attraverso un’intelligenza che si sviluppa continuamente nel vivere le nostre esperienze. Leggerezza, a far comprendere che la vita va vissuta in modo fluido, leggerezza che non significa certo incapacità di assumersi responsabilità o di sviluppare progetti, ma di vivere con gioia la propria esistenza.
L’esperienza del Sè non è automatica, essa va riconosciuta, va alimentata e coccolata. Scopriremo un modo diverso di affrontare i problemi ed i bisogni. Qualcuno penserà, allora non soffrirò più? No, non è questo, ma c’è modo e modo di soffrire, sino ad arrivare a trasformare in se stessi ogni tipo di esperienza anche quelle più negative.
Ritrovare l’ineffabile leggerezza dell’essere è un bene prezioso che ci apre ad un modo pieno e intenso del vivere.

Memoria: la via alla scelta cosciente

Memoria: la via alla scelta cosciente

La vera memoria ci consente di avere emozioni ed elaborarle attraverso la nostra esperienza vissuta, avere sentimenti e idee nuovi e decodificare il presente. Una memoria che, reperita attraverso la coscienza, permette l’azione consapevole e la scelta “giusta” per noi, collegando intuitivamente tutte le informazioni che abbiamo a disposizione.

Gli incontri avranno le seguenti tematiche:

* Memoria e automatismo

* Apprendimento costante e consapevole

* Distinguere il sogno dalla realtà

* Sensi, impressioni e memoria

* Presente e memoria cosciente

* Memoria verticale

 

Seminario di fine corso con SAURO TRONCONI:

PSICOLOGIA DELLA METEMPSICOSI

Esiste uno studio psicologico molto più ampio e completo e cioè quello che coinvolge le memorie e le esperienze delle nostre vite passate. Una osservazione e uno studio che da sempre ha fatto parte del percorso di conoscenza dei “ricercatori del vero”.
In questa serata Sauro Tronconi condurrà i ricercatori a fare alcune osservazioni su se stessi, stimolando la memoria profonda e mettendola in relazione con la realtà della vita, utilizzando l’antica tecnica dello Jatismaran.

Mindfulness

Mindfulness Espande

Ridurre lo stress e aumentare la coscienza di se stessi con la Mindfulness Espande.
L’incremento dell’autoconsapevolezza permette una riduzione evidente degli automatismi emozionali che spesso creano barriere ripetitive ed identificanti che ci impediscono di entrare pienamente in relazione con la vita.

La Mindfulness Espande è un insieme di tecniche di meditazione e attenzione adatta alle menti di questa epoca per ampliare attraverso esercizi di presenza e attenzione la relazione cognitiva col mondo.

Queste particolari meditazioni sono nate dall’esperienza trentennale di Espande Institute che propone percorsi di autoconsapevolezza e dalle ricerche e sperimentazioni di Sauro Tronconi sulle tradizioni delle antiche Scuole orientali di evoluzione interiore.

La pratica della Mindfulness Espande non richiede alcuna specifica competenza ed è rivolta a tutti.

La strategia di insegnamento è quella di facilitare e apprendere in maniera duratura alcune pratiche che saranno per sempre un patrimonio di utilizzo da parte del praticante.

Nella nostra lunga esperienza abbiamo compreso che è inutile forzare le persone a fare pratiche complicate che per lo più appartengono a tradizioni lontane da noi nel tempo e nello spazio. Ci servono modalità di facile utilizzo e di rapido effetto, altrimenti accadrà come tante altre cose che abbiamo iniziato e mai concluso, iniziate e abbandonate per stanchezza, difficoltà o mancanza di tempo.

Ciò che apprenderemo sin dalla prima lezione dovrà semplicemente passare al nostro modo naturale di essere.

Così, ad esempio, imparare a respirare per aumentare la propria percezione mettendo in relazione il dentro ed il fuori, non sarà difficoltoso, ma piacevole e costruito in modo da essere assorbito come una nuova abitudine, solo che al contrario di altre questa diviene una consuetudine salutare e vantaggiosa, così come l’incremento della percezione e sensibilità del corpo e la capacità di osservare i propri pensieri senza farsi portare via.

Il percorso è strutturato in 7 lezioni, ad ogni lezione vi sarà dato un semplice step da praticare per pochi minuti a casa in modo da poter innescare il processo di mindfulness nella vita di ogni giorno senza doversi sentire impegnati in complicati esercizi.

 

MINDFULNESS ESPANDE

Ricorda da quanto tempo rinvii queste cose e quante volte, ricevuta una scadenza dagli dèi, non la metti a frutto. Devi finalmente comprendere che hai un limite circoscritto di tempo, un tempo che, se non ne approfitti per conquistare la serenità, andrà perduto, e andrai perduto anche tu, e non vi sarà un’altra possibilità.” Marco Aurelio

La Mindfulness Espande è una tecnica di meditazione creata per le menti di questa epoca, utilizza strategie mentali ed emozionali e amplia, attraverso esercizi di presenza e attenzione, la relazione cognitiva col mondo.

Sauro Tronconi propone da 30 anni tecniche meditative che oggi possiamo definire Mindfulness, è probabilmente uno dei maggiori esperti italiani.

Movimento di liberazione della coscienza

Società e coscienza sono un binomio inscindibile. Sono gli uomini a creare la società e allo stesso tempo ne sono condizionati e diretti. Mai come in questa epoca media, induzioni ideologiche e modelli di vita sono comuni e presenti nella vita di ognuno, per questo mai come ora sono necessari strumenti che ci connettano al nostro centro per non essere spazzati via da luoghi comuni e morali opportunistiche. Nessun uomo da solo ha la forza di cambiare la società e i suoi valori, ma nessuna società potrà essere cambiata da uomini inconsapevoli, automatici e, quindi, comprabili e condizionabili. Lo scopo di questo corso è proprio quello di cominciare a prendere coscienza di noi stessi, delle nostre emozioni, del nostro corpo, di ciò che davvero vogliamo, perché solo dalla presa di coscienza viscerale può nascere un uomo nuovo che sia in grado di cambiare il mondo in cui viviamo.

Percorso strutturato in 6 incontri tematici:

• Rispetto nell’interazione con gli altri e con se stessi

• Menzogne reiterate e verità che cambiano

• Contatto virtuale e contatto reale

• Media e condizionamento ideologico

• Decadenza della civiltà e stili di vita

• Da esseri viventi a uomini

 

Percorsi di risveglio della coscienza

Percorsi di
risveglio della coscienza

Sauro Tronconi ha inteso fare, in questa serie di serate intitolate “Percorsi di risveglio della coscienza”, un cammino progressivo, in 5 incontri, che tocca i punti basilari dell’evoluzione dell’Uomo.
Cosa intendiamo per risveglio della coscienza? La capacità dell’uomo di essere un sistema complesso che può reagire al mondo esterno in maniera perfetta per vivere, riprodursi, arricchire, ecc… Ma tutto questo è simile alla vita istintiva di qualsiasi animale!
Il complesso sistema uomo ha le potenzialità per divenire cosciente si sé stesso e quindi non solo reagire in maniera automatica come fosse una macchina perfetta, ma agire seguendo una propria strada e un percorso di evoluzione interiore. Ha capacità di scegliere non come reazioni ad induzioni esterne, ma come etica di vita.
La qualità della vita viene in questo modo a cambiare radicalmente e la possibilità di libero arbitrio viene a concretizzarsi in maniera pratica.

La più sofisticata e straordinaria macchina esistente è l’essere umano, tanto straordinaria da essere cosciente di se stessa, tanto potente da vedere oltre il proprio limite e generare complesse forme di comunicazione. Pare così molto strano che molti diano pochissima importanza alla conoscenza di se stessi, alle loro potenzialità in divenire e a come utilizzare al meglio le proprie possibilità. Per molti, è proprio il fatto che sia così perfetta la sua organizzazione a creare le condizioni di una bassa coscienza di sé, poiché se una macchina non ha bisogno di riparazioni non occorre conoscere a fondo il suo funzionamento, è un sistema perfetto di autosufficienza.
Ma questo sistema che funziona perfettamente anche in automatico ci può fornire gli strumenti per trovare la strada della nostra individuale evoluzione. Possiamo scegliere, se abbiamo le informazioni giuste, di essere più coscienti di noi anche andando oltre il nostro automatismo, oppure possiamo seguire la via di minor attrito lasciando fare a ciò che ci accade.
Sauro Tronconi lavora da diversi decenni in questa direzione elaborando tecniche e metodologie appartenenti alla lunga tradizione umana in questa direzione e adattandole alla velocità del pensiero e dell’azione proprio dell’Uomo contemporaneo. Obbiettivo: dare strumenti individuali alle persone per poter fare di più nella propria vita. Egli ha creato il Self Awareness Growing Process che agisce attraverso tecniche orientali e occidentali, non per fornire dogmi o verità, ma per ampliare nell’uomo la capacità di restare svegli, di vivere nel presente e di avere capacità di scelta negli eventi della vita, ognuno nella propria individualità.

“Non esiste un libretto di istruzioni per manovrare la macchina Uomo, poiché fondamentalmente è l’idea dell’Uomo come macchina che è sbagliata. Ogni Essere Umano obbedisce a leggi e necessità, ma è anche qualcosa di specifico e altamente complesso che si modifica reagendo continuamente all’ambiente. Così è opportuno che il “conosci te stesso” divenga un processo costante ed originale per ciascuno di noi. Questo è il lavoro che voglio fare, creare possibilità e inneschi, aprire orizzonti e dare forza alle azioni, non indicare la via giusta di qualche verità, non credo che gli uomini abbiano bisogno di nuovi dogmi o ideologie, ma di apertura e consapevolezza” (Sauro Tronconi)

Alla scoperta del Sé

“Si comincia a cercare di svegliarsi quando ci si rende conto di dormire..” recita così l’antica filastrocca dei Sufi. Ma si sa che quando si dorme non ci si rende conto di dormire e quando si è svegli non pare ci sia necessità di svegliarsi. Una storia senza apparente via di uscita che contiene in sé una grande verità e cioè che il tentativo cosciente di percezione di sé genera un processo virtuoso in colui che sperimenta. La coscienza umana pare rispondere velocemente soprattutto agli stimoli che ci diamo da soli. Così si può cominciare a cambiare livello di coscienza anche se ci sembra di non esserne in grado o di comprendere pienamente ciò che inneschiamo.

Ignoranza e debolezza

Una serata di osservazione degli ostacoli che impediscono all’uomo un percorso di consapevolezza di sé. Ignoranza è non conoscenza delle capacità che ognuno di noi può sviluppare, mettendo in luce le proprie peculiarità. Questa ignoranza conduce ad una mancata fiducia che porta l’uomo nell’imitazione di modelli piuttosto che nella ricerca di una propria identità reale.
Debolezza è la dispersione energetica che si crea seguendo continuamente illusioni, sogni ad occhi aperti e ricerca di un piacere e di una soddisfazione che derivano sempre dall’approvazione di chi ci sta intorno o dalla soddisfazione della brama dei nostri desideri.
Una serata per dirigere al meglio le energie della propria vita!

Realtà o illusione?

Un punto centrale della riflessione di tutti i ricercatori del vero, distinguere la realtà dall’illusione. Un esercizio utile e costante che produce risultati non tanto perché si capisce il dilemma, il vero risultato è nel percorso di osservazione, nel cammino verso la conoscenza che si compie nello sforzo di svelare l’arcano mistero. Certo è che moltitudini di esseri umani seguendo un’illusione si sono schiantati sulla realtà.
Serata di esperienze dirette, di contatti con il reale, di osservazione del processo sognante e illusorio che si scatena in noi ad ogni minima occasione. Una serata di rafforzamento nella percezione del reale.

L’alchimia interiore

E’ affascinante l’idea di combinare assieme elementi differenti per creare qualcosa di nuovo. E’ un miracolo pensare che da elementi poveri e apparentemente inutili possa nascere qualcosa di trascendentale e prezioso.
L’alchimia interiore è la scienza dell’Uomo; la capacità di combinare tra loro elementi di intelligenza, memoria, emozioni per ampliare i propri stati di coscienza.
Serata di stimoli continui con utili indicazioni ed applicazioni. Un passaggio classico di tutte le epoche del lavoro interiore.

Psicologia della metempsicosi

Esiste uno studio psicologico molto più ampio e completo e cioè quello che coinvolge le memorie e le esperienze delle nostre vite passate. Una osservazione e uno studio che da sempre ha fatto parte del percorso di conoscenza dei “ricercatori del vero”.
In questa serata Sauro Tronconi condurrà i ricercatori a fare alcune osservazioni su se stessi, stimolando la memoria profonda e mettendola in relazione con la realtà della vita, utilizzando l’antica tecnica dello Jatismaran.

Progetto Uomo

Progetto UOMO

Progetto Uomo è un programma per la conoscenza e lo sviluppo di se stessi attraverso l’approfondimento esperienziale degli elementi indispensabili che caratterizzano l’uomo: corpo, mente, emozioni.

Non veniamo educati sin da bambini, come avviene per altri aspetti, a conoscere o meglio a riconoscere e ad utilizzare correttamente le nostre risorse: conoscere i segni del nostro corpo, riconoscere le nostre emozioni e gestirle, utilizzare correttamente le capacità intellettive e la memoria, riconoscere ed accrescere il proprio sentire.
A seconda delle nostre attitudini e dell’ambiente in cui viviamo, cresciamo in maniera disarmonica credendoci poco adatti, poco intelligenti e confusi da un punto di vista emozionale.
Essere se stessi è per ognuno di noi un’esperienza unica, non se ne può fare didattica scolastica, ognuno ha, però, la possibilità di innescare dentro di sé un processo di osservazione attraverso il quale è possibile conoscersi realmente. Non ci sono giudizi se non i propri, non ci sono premi se non la propria e unica soddisfazione.

Verrà utilizzata una metodologia attiva fatta di una parte didattica e una sperimentazione pratica.

E’ un percorso del Metodo Self in 4 incontri, i primi tre con Istruttori Espande e l’ultimo con SAURO TRONCONI:

Per il corpo
Posture, movimento, abitudini, relazioni tra psiche e corpo.

Per la mente
Pensieri, creatività, cervello, impressioni e intelligenza.

Per il cuore
Emozioni, amore e passione: il nutrimento della vita.

Il Percorso sarà concluso dal seminario di Sauro Tronconi

DIMENSIONI OLTRE IL CONOSCIUTO

“Continuo a lavorare incessantemente per far comprendere alle persone che non si può guardare oltre il muro se prima non si vede ciò che c’è all’interno del muro, non puoi aspettarti nulla dalle tue fantasie di potere e dalle tue illusioni. Se avrai abbastanza coraggio e costanza per vedere la realtà, per conoscere ciò che sei, allora e solo allora potrai andare oltre”

Sauro Tronconi – conferenza, 1995

Se impariamo ad essere meno ottusi ed arroganti cominciamo a dare al nostro modo di percepire il mondo l’opportunità di vedere.

Ma vedere non significa vedere ciò che non esiste. Imparare a conoscere quello che è possibile già ci conduce oltre e ci fa intravedere il nostro limite, limite che si può spostare in avanti a patto di essere onesti con se stessi.

Rebirthing: la nascita interiore

REBIRTHING: LA NASCITA INTERIORE

Il respiro è un enorme potenziale che spesso non usiamo.
Un uso cosciente del respiro ci aiuta ad essere più vitali, ma anche ad abbassare il livello di stress, ad aumentare la sensibilità e ad irrobustire il nostro sistema psicofisico.
La tecnica del Rebirthing è finalizzata a mettere in luce le molteplici sfaccettature dell’interiorità di ciascuno di noi.
E’ un po’ dare il via ad una nuova nascita, quella interiore, per riscoprirci nei confronti di noi stessi e degli altri.

 

Ecco le tappe del percorso:

Energia che entra… energia che esce
Respiro e ampliamento delle percezioni
Un respiro di sollievo
Paura di respirare… paura di vivere
Il respiro… un faro per far luce dentro se stessi
Se respiro ti sento
Il potere del respiro cosciente

Conclude il percorso:

L’ARMONIA RITROVATA
Seminario con SAURO TRONCONI

Essere nel movimento armonico della vita significa fondere insieme tutti quegli aspetti che creano la nostra unicità. E’ una nuova nascita che ci permette di ottenere con più facilità ciò che vogliamo, ma soprattutto di suonare in noi stessi la musica più appropriata.

Teatro: il gioco dell'identificazione

Teatro: il gioco dell’identificazione

Svelare, attraverso il ruolo e la finzione cosciente, la nostra vera natura, la personalità frontale con la quale ci identifichiamo. Una personalità frontale che ci serve per interfacciarci col mondo, fatta di tutto ciò che ci hanno insegnato ad essere e di tutto quello che abbiamo appreso per imitazione o abbiamo considerato modelli della nostra esistenza.

Fin dall’antichità il teatro è stato ricerca interiore e sublimazione del personaggio e della personalità. Una sorta di viaggio iniziatico dentro e fuori di noi contemporaneamente, liberando attraverso la finzione la nostra reale essenza.

Queste le tappe:
• COME E’ FATTA LA MIA MASCHERA
• IDENTIFICAZIONE ED EGO
• IL RUOLO DELLE PARTI
• SPEZZARE LA MASCHERA ATTRAVERSO L’IRONIA
• ESSENZA E PRESENZA
• IL POTERE DELL’ESPRESSIONE

SEMINARIO DI FINE CORSO CON SAURO TRONCONI
IL CUORE DIETRO LA MASCHERA

Smascheriamoci per trovare il cuore, non per nascondere ciò che siamo.
Lasciar cadere la maschera è una bella metafora, ma è pur vero che per essere individui dobbiamo delimitare noi stessi in relazione agli altri e al mondo, ci è necessaria una interfaccia col mondo.
Ma, si può, essere anche con la maschera a patto di sapere di portarla e avendo il coraggio di non rivoltare quella maschera verso l’interno identificandoci completamente con essa. Se avremo il coraggio e l’onesta di vedere e sentire noi stessi, scopriremo che nulla deve essere sprecato nemmeno quella maschera che, allora, possiamo portare con dignità.

SEMINARIO DI FINE CORSO CON SAURO TRONCONI
BORN AGAIN: LA NASCITA DELLA COSCIENZA

Nascere di nuovo, attraverso l’aver riconosciuto la nostra essenza profonda. Nascere di nuovo dopo aver abbandonato l’identificazione con la nostra vecchia maschera, fatta di tutto quello che abbiamo imitato, di tutto quello che vogliamo mostrare per essere come gli altri ci vogliono.

Una nascita che parte dalla gestazione di se stessi giorno dopo giorno, per costruirci una vita fatta di scelte, di umanità profonda, di presente.

Serate, seminari e incontri per lo sviluppo delle capacità personali e l’evoluzione interiore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi