Creiamo le condizioni per stare bene

Benessere, felicità, affetto, amore, ogni sensazione positiva genera una spinta nella direzione che le imprimiamo. Sappiamo che ogni cosa, anche un’emozione o un desiderio, se non viene continuamente alimentato perde la sua spinta iniziale sino ad esaurirsi. Talvolta le emozioni e i sentimenti legati all’ansia, alla paura, alla sofferenza, pur perdendo la loro spinta iniziale si incistano nel corpo, nella corazza muscolare o nelle reazioni neuro identificative, generando così un’energia che in modo inconscio e sotterraneo le continua in modo subdolo ad alimentare. La prima iniziativa da prendere è divenirne coscienti senza scaricare verso l’interno creando così ulteriore depressione. Poi leviamo energia alla ripetitività, senza dimenticare che esistono talvolta motivi reali che creano sofferenza.
Sauro Tronconi